Vorresti Trovare la Vita su Marte Cambiare Davvero Qualcosa?

32

Conceptual image of NASA’s Mars 2020 rover. Immagine concettuale della NASA Mars 2020 rover.Immagine: NASA/JPL-Caltech

In una recente intervista con il Telegraph, capo scienziato della NASA Jim Green ha detto che è possibile saremo presto a trovare le prove della vita su Marte, ma che “non siamo pronti per i risultati.” Green ha detto che la scoperta potrebbe essere di scuotere il mondo, come la rivelazione che il sistema solare non gira intorno alla Terra. Ma durante la ricerca del nostro primo alieni è senza dubbio sorprendente, non è un dato che non avrebbe alcun impatto sulla vita sulla Terra.

Verde stava parlando al Telegraph sulle prossime missioni su Marte, vale a dire la NASA ancora essere denominato Mars 2020 rover e dell’ESA ExoMars rover, con il nome di Rosalind Franklin, che potrebbe essere in roaming la superficie del Pianeta Rosso entro il 2021. Nei suoi commenti, Green ha detto una “possibilità reale” esiste che uno di questi rovers, e, eventualmente, per entrambi, di rilevare tracce di vita. Così sicuri è Verde su questa fantastica prospettiva che ha già preoccupata di dover dare la notizia al pubblico, come ha spiegato al Telegraph:

“Sarà rivoluzionario”, ha detto. “È come quando Copernico ha affermato ‘non ci girare intorno al Sole’. Completamente rivoluzionario. Inizierà una nuova linea di pensiero. Non credo che siamo pronti per i risultati. Non lo siamo.

“Sono stato preoccupato perché penso che siamo vicini a trovare, e che alcuni annunci.”

Questi sono, manco a dirlo, alcuni piuttosto grandi e richieste in grassetto. Per essere chiari, non c’è attualmente alcuna prova definitiva di vita su Marte (sia estinto o esistente), e non ci sono imminenti annunci circa la scoperta di vita su Marte. Giusto per essere sicuri, abbiamo raggiunto fuori a Verde per ulteriori chiarimenti.

“È sbagliato pensare che abbiamo trovato la vita e per il quale stiamo lavorando a un annuncio,” Green ha scritto in una e-mail a Gizmodo. “Quello che abbiamo sono le missioni che abbiamo intenzione di lancio che sarà per la vita”.

NASA chief scientist Jim Green. La NASA chief scientist di Jim Green. Immagine: NASA

Simile al modo “umano atterraggi sulla Luna cambiato la nostra concezione del nostro posto nell’universo, la scoperta della vita altrove sarebbe anche una civiltà che cambia”, ha detto Green.

Ma alcuni esperti abbiamo parlato con d’accordo che la ricerca di vita aliena sarebbe veramente cambia di molto sulla Terra.

“Beh, sì, forse siamo impreparati]”, ha detto Wieger Wamelink, senior ecologo presso l’Università di Wageningen e Ricerca e consulente della MarsOne progetto, in una e-mail a Gizmodo. Ma questo è per lo più una questione filosofica che avranno un impatto, ma non giorno per giorno la vita,” ha detto. “La borsa non reagire e paesi non andare in guerra a causa di questo.”

Steve Clifford, uno scienziato senior presso il Planetary Science Institute, di non pensare che siamo impreparati a tale scoperta, che punta a un episodio 23 anni fa come un precedente importante.

“Nel 1996, gli scienziati presso il Johnson Space Center ha annunciato che avevano scoperto il potenziale di testimonianze della vita nel meteorite Marziana 84001,” Clifford ha scritto in una e-mail a Gizmodo. “Questo annuncio è stato ampiamente coperto dai media, e il pubblico di seguito l’annuncio, con grande interesse, ma [c’è] po ‘ di prove, che non ha provocato alcuna preoccupazione diffusa. Penso che decenni di razionale scientifico la discussione circa la probabilità che la vita è probabile prevalente nell’universo ha aiutato a preparare la strada, dobbiamo scoprire la prova inequivocabile dell’esistenza di vita su Marte o altrove.”

Conceptual image of ESA’s ExoMars rover, named the Rosalind Franklin. Immagine concettuale di ESA ExoMars rover, con il nome di Rosalind Franklin. Immagine: ESA

Dato che il potenziale di vita aliena per essere trovati nel nostro sistema solare è un mainstream idea per decenni, è anche corretto dire una tale scoperta potrebbe essere rivoluzionario?

“Penso che una notizia di vita su Marte, se trovato, sarebbe un grande affare che avrebbe scosso pensiero su come rare o comuni è la vita nel cosmo” Betania Ehlmann, un ricercatore presso il Jet Propulsion Laboratory della NASA e un membro della NASA 2020 rover team, ha scritto a Gizmodo. “Sarebbe bello e stimolante, che è quello che ho puntata di Dr. Green stava cercando di trasmettere.”

“Sì, io credo che questa scoperta potrebbe essere importante, più importante di “Rivoluzione Copernicana”, ma filosoficamente molto simile,” David Weintraub, professore di astronomia presso la Vanderbilt University, ha detto Gizmodo in una e-mail. “Pre-Copernico, la maggior parte dei pensatori—se religiosa o filosofica o metafisica motivi—ha accettato che la Terra era il centro dell’universo e, quindi, che ci sono stati probabilmente il centro della creazione e di Dio l’attenzione… Copernico de-centrata umanità. La scoperta della vita oltre la Terra, allo stesso modo, decenter umanità. La vita sulla Terra non sarebbe più unico. Onestamente, non riesco a pensare a una importante scoperta.”

Bruce Jakosky, un professore di scienze geologiche presso l’Università del Colorado, è d’accordo. Anche se “abbiamo il sospetto che la vita potrebbe essere diffusa in tutta la galassia”, ha detto, “di trovare anche un esempio di vita fuori della Terra dovrebbe essere un grosso problema.” Detto questo, la scoperta sarebbe “senza conseguenze immediate per chiunque, ma noi scienziati che lavorano in quella zona” e “non cambierei con nessuno giorno per giorno le attività, ma sarebbe cambiare la nostra intera visione filosofica dell’universo.”

Che cosa circa le implicazioni per le religioni? Vorresti trovare forme di vita aliene causa di una messa in crisi di fede?

“Purtroppo, ho passato anni a lavorare attraverso queste domande,”, ha detto Weintraub. “Il mio 2014 libro le Religioni e di Vita Extraterrestre, è interamente dedicato a come le religioni del mondo avrebbe reagito. La risposta breve è che già alcuni credono che in ET (ad esempio, i Mormoni, i Bahá’í ), alcuni semplicemente si supponga di vita, quali probabili (Induismo, Buddismo), alcuni pensano che ET è affari di Dio, non la nostra (Ebraismo), e alcuni (per lo più conservatori confessioni Cristiane) vorresti avere grossi problemi.”

Dal momento che alcuni gruppi religiosi già negare la veridicità di fossili di dinosauro, tuttavia, non è un tratto immaginare che avrebbero anche confutare le prove di vita aliena.

Trovare la vita su un altro pianeta rispetto alla Terra sarebbe importante, anche se la vita è solo microbica. Ma una scoperta su Marte, proprio nel nostro cortile, relativamente parlando, avrebbe portato anche implicazioni più profonde. Con la ricerca di un secondo pianeta abitabile del sistema solare (supponendo che è sorto, indipendentemente dalla vita sulla Terra e non è il risultato di pianeta in pianeta-contaminazione), le concezioni e le aspettative di pan-galattico abitabilità dovrebbe subire una revisione completa. Si consiglia vivamente che la nostra galassia, e probabilmente l’intero cosmo, è accogliente per la vita (un cosiddetto biophilic universo). Quindi, su questo punto, il Verde è assolutamente giusto dire che la scoperta di vita su Marte, sarebbe enorme.

Article preview thumbnail

Il 7 Meno Plausibili Soluzioni Al Paradosso Di Fermi

Uno dei più grandi enigmi per l’umanità affronta la questione della vita extraterrestre. Molti…

Per saperne di più Leggere

Allo stesso tempo, tuttavia, un biophilic universo a complicare ulteriormente il Paradosso di Fermi—la domanda senza risposta perché non abbiamo visto segni di intelligenza extraterrestre. Se la vita è onnipresente, quindi dove diavolo sono tutti gli alieni?

Che Marte una volta ospitato la vita, o ancora, è un affascinante possibilità teorica. Ma non è giusto dire che la scoperta è di tutti, ma certo, come Green commenti il Telegraph implica.

“Verde dicendo che siamo “vicine” alla ricerca di vita su Marte] è che gli soffia il fumo,” ha detto Weintraub. “Lui non sa nulla di te o non so…. Sarà il Mars 2020 rover o il rover ExoMars trovare più robusta evidenza? Potrebbe accadere. Questo è quello che sono progettati per fare. Ma dicendo che siamo vicini a trovare è fuorviante e, penso, la prova di scienza, o di responsabilità scientifica—fatto male.”

Jakosky ci dice di non necessariamente vicini per trovare la vita ovunque nel Sistema Solare.

“Stiamo facendo e sarà fare le misurazioni che hanno la possibilità di mostrare le prove della vita, se non c’è vita c’è,” Jakosky detto Gizmodo in una e-mail. “Il che è molto diverso da l’implicazione in [Green] dichiarazione che siamo molto vicini a trovare la vita che si sospetta o si sa che c’è. Stiamo andando su Marte per scoprire se c’è vita c’è, non per trovare la vita che c’è. Questo significa che potremmo trovare le prove per la vita, si può trovare la prova che non c’è vita, o si potrebbe non essere in grado di raccontare le misure.”

Soprattutto, il Verde è corretto affermare un livello di impreparazione nella comunità scientifica. Non è immediatamente chiaro, per esempio, come ci saremmo responsabile di gestire alieno microbi, come la NASA, astronomo e scienze storico Steven J. Dick sottolineato in Scientific American scorso anno:

…il fatto spaventoso è che non esiste una guida su cosa fare in caso di vita microbica è effettivamente scoperto. Nel contesto di microbi, non importa se si adotta una visione antropocentrica… etica che conferisce valore intrinseco solo sul ragionamento esseri, o un biocentrico etica che i valori di tutte le cose viventi. Non importa se consideriamo i microbi solo di valore scientifico, o se essi sono considerati di avere un valore intrinseco, nel qual caso i microbi hanno dei diritti—i diritti che non diamo loro controparti sulla Terra. Planetaria contaminazione politiche sembrano conferire diritti di eventuali microbi si possono trovare su altri mondi; l’obiettivo centrale delle politiche, dopo tutto, è quello di proteggere dalla contaminazione di eventuali pianeti che potrebbero ospitare la vita. Che è una sorta di biocentrico etica.

Wamelink non è del tutto d’accordo con questa valutazione, dicendo che i protocolli sono stati in posizione durante il programma Apollo per sequestrare potenzialmente microbi pericolosi.

“Inoltre, abbiamo rigidi protocolli per batteri e virus sulla Terra”, ha detto a Gizmodo. “Questi protocolli sono molto severe e anche presso l’Università di Wageningen per [organismi geneticamente modificati] e di altri batteri. Questi protocolli potrebbe facilmente essere applicato a forme di vita aliene.”

“Naturalmente non siamo pienamente preparati”, ha detto David Grinspoon, uno scienziato senior presso il Planetary Science Institute. Se ci fosse, non sarebbe una scoperta interessante. Come si può essere pienamente preparati per qualcosa di rivoluzionario? Non vedo perché questo è qualcosa di cui preoccuparsi. Ma è qualcosa di anticipare con gioia. Siamo preparati come non lo siamo mai stati. Bring it on!”

In quella nota, qui sta sperando per un grande successo per la NASA per il 2020 per la rover e la ESA Rosalind Franklin. La ricerca di vita su Marte, con temperato aspettative.

Condividi Questa Storia