Scott Pruitt Balle sulla G7 negoziati sul Clima poche Ore Dopo il Suo Arrivo

72

Foto: Getty

Il mondo sarebbe ridendo di noi, se non fosse per il fatto che il cambiamento climatico è un problema globale. EPA testa di Scott Pruitt ha viaggiato in Italia per rappresentare gli stati UNITI nel Gruppo dei Sette clima colloqui di ieri. Ore più tardi, ha deciso che questo non era per lui, e lui lascia che un’assistente di finire il suo business di oggi. Un rappresentante chiamato la partecipazione di una “nota a piè di pagina in azione per il clima.”

Dal momento che Donald Trump ha annunciato al mondo che gli stati UNITI non erano onorare il suo contratto per rimanere in Clima parigino Accordo, l’amministrazione ha spesso detto che è solo in cerca di rinegoziare l’accordo. Nonostante i leader di diversi paesi, dicendo che nessuna rinegoziazione potrà mai prendere il posto, Pruitt sembra aver continuato sulla stessa linea di pensiero durante la sua breve partecipazione al G7.

“Siamo resettare il dialogo a dire che Parigi non è l’unico modo per andare avanti, per progredire” Pruitt ha annunciato in un comunicato dal titolo “Stati Uniti Reimposta Discussione il Cambiamento Climatico, Al G7.” L’istruzione continua con un tono che implica che gli Stati Uniti sono leader di questa situazione. “L’importanza di impegnarsi con di lunga data alleati e i principali partner internazionali, abbiamo contattato il clima discussioni testa da una posizione di forza e chiarezza”, Pruitt scrive. Ma i partecipanti provenienti da altre nazioni sembrano avere semplicemente accettato il fatto che questa amministrazione è una causa persa e incapace di razionalità.

Canadese del Ministro dell’Ambiente Caterina McKenna unito, Germania, Italia e Francia nell’annunciare che non la rinegoziazione del contratto si verificherà. “E ‘ stato molto triste vedere che gli Stati Uniti è stato relegato in una nota a piè di pagina in azione per il clima”, ha detto il lunedi. Infatti, McKenna intende ignorare il Trump completamente amministrazione, “che sia chiaro: gli stati UNITI è più grande di una amministrazione e abbiamo intenzione di essere in movimento in avanti, come è il resto del mondo, con gli stati, le città, e le aziende statunitensi che si sono impegnati a gravi l’azione per il clima e impegnata per Accordo di Parigi.”

La nota a piè di pagina che McKenna riferivo era una vera e propria nota a piè di pagina 15 pagina comunicato che le nazioni congiuntamente rilasciato a seguito di colloqui. Si dice che gli stati UNITI ha scelto di non partecipare “quelle sezioni del comunicato sul clima e Mdb, che rispecchia il nostro recente annuncio di ritirarsi e di cessare immediatamente l’attuazione dell ‘ Accordo di Parigi e associati impegni finanziari”, e che “continuerà a dialogare con i principali partner internazionali in un modo che è coerente con la nostra priorità nazionali, preservando sia un’economia forte e un ambiente sano.”

Così, Pruitt tentativo di ripristinare il dialogo” sembra essere semplicemente un delirio personale, da parte sua. Ma questo non significa che egli non ha ricevuto nulla di fatto. Politico i rapporti che Pruitt ha assunto Patrick Traylor come Vice Assistente Amministratore dell’Agenzia per la Protezione Ambientale. Questo difensore dell’ambiente arriva l’agenzia per lo studio legale Hogan Lovells. Come un avvocato, i clienti si rivolse a Traylor “a sostegno di decine di miliardi di dollari di progetti di raffinerie, di impianti petrolchimici e fertilizzanti, di esportazione di GNL terminali, a carbone e a gas per impianti di energia, miniere di carbone e materiali alla rinfusa terminali”, secondo il sito web dell’azienda. Si continua a dire, “Per quasi 20 anni, i clienti si sono affidati a Patrick per svolgere alcune delle loro più sensibili di conformità interna indagini e li rappresentano in Clean Air Act casi di esecuzione.” Che tipo di clienti? Beh, c’è Flint Hills Risorse, specializzata nelle raffinerie e Koch di Azoto, che produce concime sintetico. Entrambi sono di proprietà di fratelli Koch.

[Bloomberg, Politico]