Smithsonian Scopre Apollo 11 ‘Graffiti’ Non si vedeva da Decenni

298

Smithsonian Uncovers Apollo 11 'Graffiti' Not Seen in Decades Credito: Smithsonian National Air and Space Museum.

Mentre la costruzione di un modello 3D dell’Apollo 11 Modulo di Comando Columbia, archivista presso la Smithsonian scoperto appunti scritti a mano e marcature in aree della navicella non vede da più di 40 anni. La notevole incisioni offrire un nuovo sguardo in ciò che la vita era la vita sulla strada per la Luna.

Di recente, ogni singolo anfratto di Columbia è stato perlustrato come curatori, collezionisti e conservatori dello Smithsonian National Air and Space Museum e la Digitalizzazione Programma di Office costruito una mappa ad alta risoluzione del modello 3D della navicella. Questo progetto ha permesso loro di visualizzare le aree all’interno della capsula che non si vedeva da decenni, e hanno trovato alcune belle cose interessanti. Archivisti osservati e registrati appunti scritti a mano, la matematica figure, e un calendario. Questi elementi rivelano il grado di improvvisazione che ha avuto luogo durante la prima missione sulla Luna.

Smithsonian Uncovers Apollo 11 'Graffiti' Not Seen in Decades Credito: Smithsonian National Air and Space Museum.

Queste note (di cui sopra), scritto da Michael Collins, mostra come ha cercato di individuare la posizione esatta del Modulo Lunare (LM) Aquila sulla superficie lunare, come ha orbitato intorno alla Luna solo in Colombia. Al momento, la Collins utilizzando le coordinate inviati a lui da Houston, e ha fatto riferimento a questa mappa. Non era successo in questo compito, ma dato che queste nuove informazioni, gli storici potrebbero effettivamente essere in grado di capire come e perché la NASA e la Collins è andato storto. E questo, infatti, è attualmente in corso.

Smithsonian Uncovers Apollo 11 'Graffiti' Not Seen in Decades Credito: Smithsonian National Air and Space Museum.
Smithsonian Uncovers Apollo 11 'Graffiti' Not Seen in Decades Credito: Smithsonian National Air and Space Museum.

Spazi di stoccaggio sono stati resi disponibili per gli astronauti, insieme a una mappa di stivaggio elenco di cui tutto doveva andare. Durante la missione, tuttavia, sembra che gli astronauti iniziato a improvvisare un po ‘ su dove certe cose dovrebbero andare. Locker R5 è stato supposto per memorizzare attrezzature ausiliarie relative al veicolo spaziale del sistema di gestione dei rifiuti. Come questa foto mostra (di cui sopra), tuttavia, gli astronauti deciso di usarlo per qualcosa d’altro: un posto per memorizzare i loro sacchetti di urina. Secondo la Smithsonian institution essi memorizzati loro urina in questi armadietti presto al volo prima che il normale sistema di smaltimento dei rifiuti, è andato online. Essi devono avere scritto questa nota sul muro per ricordare a se stessi che questo armadietto, probabilmente, dovrebbe essere lasciato da solo per tutta la durata della missione.

Smithsonian Uncovers Apollo 11 'Graffiti' Not Seen in Decades Credito: Smithsonian National Air and Space Museum.

Una piccola mano-disegnato il calendario è stato anche scoperto, che si trova appena sotto uno degli armadietti. Ogni giorno di missione può essere visto, dal 16 luglio al 24, e ogni giorno è attraversata, ad eccezione di quello finale. La capsula schizzato giù nelle prime ore del 24 luglio, una data che rimane intatta.

Sponsorizzato

Smithsonian Uncovers Apollo 11 'Graffiti' Not Seen in Decades Credito: Smithsonian National Air and Space Museum.

In questo archivio foto sopra, la NASA John Hirasaki si vede all’interno della capsula durante il periodo di quarantena. Se si guarda attentamente dietro di lui, si può vedere il calendario. Amore il nastro inquadratura.

Davvero, cose incredibili. L’analisi di questi elementi è in corso, in modo che la Smithsonian può rivelare ulteriori approfondimenti presto.

[Smithsonian National Air and Space Museum]

E-mail all’autore george@gizmodo.com e a seguirlo @dvorsky.